Aumentato il finanziamento per il diritto allo studio

Il Consiglio regionale lombardo ha approvato ieri un emendamento alla Legge di bilancio che prevede uno stanziamento aggiuntivo di 600 mila euro per garantire i servizi di diritto allo studio universitario. Tali risorse si sommano a quelle già stanziate nella Legge di assestamento di bilancio 2017 per un totale di 1,1 milioni di euro. A questo punto, le risorse messe a disposizione da Regione per l’anno 2018 ammontano complessivamente a oltre 21,5 milioni di euro, a fronte di un fabbisogno di oltre 23 milioni di euro e violando la Convenzione tra Regione e gli atenei lombardi che prevede lo stanziamento di 26 milioni ogni anno sui servizi.
Siamo soddisfatti che il lavoro che abbiamo svolto insieme alla Giunta Regionale e al Consiglio, già dall’assestamento di bilancio di luglio, per richiamare l’attenzione di Regione Lombardia sul diritto allo studio, sia sfociato nell’approvazione dell’emendamento presentato oggi nella seduta del Consiglio Regionale dall’Assessore Garavaglia e dal Consigliere Colucci.
Ormai da alcuni anni il definanziamento dei servizi per il diritto allo studio, ossia di mense, residenze e alloggi, rappresenta un problema da risolvere, soprattutto per una Regione come la Lombardia, sempre più attrattiva a livello nazionale e internazionale, dato dimostrato dall’aumento delle immatricolazioni nell’ultimo anno in gran parte degli atenei lombardi. Dopo la audizione che abbiamo avuto a luglio presso la VII commissione del Consiglio Regionale, e dopo l’emendamento di oggi, riconosciamo un trend positivo che ci fa sperare che nei prossimi mesi si possa finalmente ottenere un finanziamento adeguato, che consenta agli Atenei di mantenere i servizi invariati.
Continueremo il dialogo avviato con la Giunta Regionale e con il Consiglio, che finora ha portato questi frutti, certi di essere riusciti a porre l’attenzione su un tema che riteniamo di particolare importanza. Nei prossimi mesi ci impegneremo per cercare di ottenere finalmente il finanziamento adeguato del fondo per i servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *